formazione & orientamento prof., apprendistato o liceo? | Find your Future

Apprendistato o liceo?

Di principio, l’apprendistato professionale e il liceo danno una formazione equivalente. Focalizzano però in modo diverso il loro centro d’importanza e accedono diversamente alla pratica. Nel mondo del lavoro, gli apprendisti hanno prospettive almeno equivalenti a quelle dei liceali.

L’apprendistato basa sulla combinazione di teoria e pratica e, in pari tempo, apre le porte per un’ulteriore formazione a tutti i livelli. Dopo l’apprendistato ha la possibilità di scegliere se perfezionarsi nel proprio campo oppure se – conseguendo la maturità professionale – acquisire nuove conoscenze a livello universitario. Molti responsabili di azienda hanno iniziato la loro carriera attraverso l’apprendistato, hanno poi conosciuto i vari livelli aziendali e acquisito le nozioni necessarie alla loro carriera mediante formazione continua. La pianificazione professionale può dunque essere allestita in modo molto individuale. 

Il liceo è più scolastico, trasmette meno conoscenze pratiche, conferisce per contro conoscenze in vasti campi tematici e un approfondimento teorico. Prepara alla formazione accademica e permette l’accesso alle alte scuole universitarie senza dover superare un esame d’ammissione. Terminati gli studi, gli universitari sono ben preparati per dedicarsi alla ricerca di base e hanno appreso ad indagare e ad analizzare concetti diversi. Di regola, gli universitari approfondiscono la pratica aziendale solo dopo gli studi. 

Uno studio* del 2012, per il quale sono state interrogate 2800 persone adulte, il 35% degli intervistati ha indicato che con un apprendistato professionale si è meglio preparati al mercato del lavoro che con una formazione liceale/universitaria. Solo il 18% era di opinione opposta. Per contro, parecchie persone erano dell’avviso che, dal punto di vista sociale, il liceo gode di maggiore considerazione rispetto all’apprendistato. 

La licenza non rappresenta la fine

Apprendistato e liceo sono equivalenti, anche se il loro approccio alla formazione è diverso. Per i giovani, che dal punto di vista delle loro capacità scolastiche possono scegliere ambedue le vie, nessun percorso è di principio migliore dell’altro. 
Dal punto di vista intellettuale, l’apprendistato in una delle professioni MEM è altrettanto impegnativo della formazione liceale. Per questo motivo è importante tenere presenti le preferenze e le facoltà: la via del liceo è indicata per chi affronta i temi da un punto di vista teorico e che dispone di sufficiente costanza e disciplina.
L’apprendistato è la scelta giusta per chi apprezza la combinazione di teoria e pratica, per chi lavora volentieri in progetti e che vorrebbe vivere sin dall’inizio la cultura aziendale e l’orientamento ai bisogni del cliente. 
Sia per il liceo che per l’apprendistato vale: l’ottenimento della licenza non dovrebbe rappresentare il termine della propria formazione professionale – sia pratica che teorica.

*SKBF, M. Cattaneo, C. Wolter